TURISMO

I tour operator internazionali "stuzzicati" sempre di più dalle bellezze del Ragusano

Dopo l'accordo per i voli charter a Comiso dalla Polonia

RAGUSA. La terra iblea, ricca di storia e paesaggi incontaminati, dagli ambienti rurali affascinanti e dal mare limpido certificato dalla bandiera blu, piace ai tour operator europei ma anche a quelli del Sud America, dell’Iran e perfino dell’India. Sono interessati ad avviare proposte turistiche che hanno come meta finale la provincia di Ragusa e il Sud Est siciliano. Missione compiuta per il marchio d’area “Viaggio negli Iblei”, promosso dalla Provincia Regionale di Ragusa denominata Libero Consorzio tra i Comuni, che ha concluso ieri la sua partecipazione alla Itb di Berlino, una tra le più importanti fiere turistiche del mondo.

Un contesto internazionale all’interno del quale è stato ben evidente l’interesse per il territorio ibleo, perfetto mix di natura, cultura, escursioni, barocco ed enogastronomia. La proposta iblea, ben accetta dai tour operator internazionali, è quella di un viaggio rilassante, ricco di cultura, alla ricerca dei sapori della tradizione, approfittando allo stesso tempo dei percorsi naturalistici, con l’intento di far arrivare gruppi di dimensioni medie ma anche viaggiatori individuali senza dimenticare gruppi più estesi, con la possibilità di far scalo direttamente all’aeroporto di Comiso. E proprio in questo ambito si è registrata la positiva novità che ha permesso, presso lo stand del marchio d’area “Viaggio negli Iblei”, di sancire un accordo con un tour operator che porterà ben 35 voli charter dalla Polonia per l’imminente stagione primavera-estate 2015. Molti gli operatori francesi, tedeschi e dell’Europa dell’Est che hanno manifestato grande interesse per la proposta turistica offerta sotto l’egida del marchio d’area, un marchio “ombrello” che offre il territorio nella sua complessità, promuovendone tutti gli aspetti.

Una strategia vincente, che supera quella obsoleta dei singoli pacchetti turistici, sviluppando invece una varietà di scelta all’interno delle realtà rappresentate dal marchio “Viaggio negli Iblei”, trovando curiosità e interesse al tempo stesso. Da evidenziare il proficuo e importante contatto con numerosi giornalisti di settore ma anche di blogger specializzati, una vera novità perché la comunicazione turistica è sempre più 2.0 e mediante blog e social ha un effetto esponenziale. Grazie allo stand del marchio d’area è stato possibile ospitare in fiera a Berlino i referenti del Distretto Turistico degli Iblei e del Consorzio Turistico di Modica.
Il progetto “Marchio d'Area – Viaggio negli Iblei”, gestito dalla Provincia Regionale di Ragusa denominata Libero Consorzio dei Comuni, è finanziato nell’ambito del PIST 9 - Linea d’intervento 3.3.1.3 (attività C) del P.O. FESR 2007/2013.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X