PROTOCOLLO

Estrazione del petrolio a Ragusa, l’Enimed rilancia: stanziati altri 6 milioni

di
La società, controllata da Eni, effettua attività di ricerca. Il Protocollo è stato presentato nella sede della Confindustria

RAGUSA. La città capoluogo riceverà ancora un importante sostegno dall’estrazione del petrolio. Sono previsti, infatti, investimenti nel territorio ragusano pari a sei milioni 200 mila euro sulla base del protocollo che Eni ha già messo a punto e che è stato presentato nella sede di Confindustria Ragusa dal presidente e amministratore delegato di Enimed Sicilia, Massimo Barbieri. Enimed pensa così di mantenere non solo i livelli occupazionali esistenti ma di dare una spinta all´economia.

Imprenditori di piccole e medie aziende del ragusano hanno preso parte numerosi alla presentazione, che ha costituito occasione per conoscere e approfondire le operazioni che Enimed porta avanti nella Regione e in particolare nel Ragusano. È stato ricordato che Enimed è una società controllata da Eni che effettua attività di ricerca e produzione idrocarburi Eni in Sicilia, e che da 14 concessioni di coltivazione produce circa 6,8 milioni di barili equivalenti di idrocarburi liquidi e gassosi all’anno.

Leggi la versione integrale e le altre notizie in edicola o sul giornale digitale CLICCA QUI

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X