CARABINIERI

Ragusa, romeno estradato dopo due ricorsi: deve scontare 12 anni

RAGUSA. Un romeno di 48 anni Jenica Miron, è stato estradato dai carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Ragusa nel suo Paese, dove deve scontare una condanna a 12 reclusione per associazione per delinquere finalizzata alla truffa. Miron è stato accompagnato fino all'aeroporto di Fiumicino e consegnato a due funzionari della Polizia romena. La pena gli era stata inflitta dal Tribunale di Galati nel 2009. L'uomo, dopo la condanna e l'emissione di un mandato d'arresto europeo da parte delle autorità romene, fu rintracciato a Ragusa, dove fu arrestato e rinchiuso in carcere in attesa dell'estradizione.

L'indagato presentò contro il provvedimento un ricorso alla Corte d'Appello di Catania sostenendo che nel processo celebrato a suo carico in Romania non erano state rispettate le garanzie difensive perchè non gli era stato notificato alcun atto processuale.  La Corte d'Appello però ritenne infondato il ricorso sostenendo che il processo si era svolto regolarmente, secondo le norme previste in caso di irreperibilità dell'imputato, e che erano stati garantiti i principi di legge fondamentali previsti anche dall'ordinamento italiano. L'uomo, che nel frattempo era stato scarcerato, presentò un ricorso contro quest'ultimo provvedimento alla Corte di Cassazione, che lo rigettò rendendo in tal modo irrevocabile la pronuncia della Corte d'Appello di Catania, che quindi ordinò la consegna dell'uomo alle autorità romene.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X