IL CASO

Si buca la caldaia, gli alunni di una scuola di Modica rimangono al freddo

di

MODICA. Disagi e freddo per gli alunni che frequentano il plesso distaccato della scuola secondaria "Giovanni XXX III" ubicata nel palazzo Azasi in via Resistenza Partigiana, ancora senza riscaldamenti. Da oltre una settimana però a soffrire il freddo non sono solo le tre classi dove i termosifoni non funzionano dall'inizio dell'anno ma tutte. Da mercoledì scorso e fino a martedì la scuola era rimasta al freddo perché era finito il gasolio. Poi la dirigente scolastica Concetta Spadaro ha provveduto a riacquistarlo ma è sopravvenuto un altro problema che non ha consentito la riattivazione dell'impianto. Il problema riguarda una falla al recipiente della caldaia che con le piogge di questi giorni si è riempito d'acqua. Ci si è accorti nel momento in cui è stato versato il gasolio che è fuoriuscito ed è andato perso in buona parte perché spinto verso l'alto dal livello dell'acqua.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X