POLIZIA

Senza lavoro, devasta 5 telecamere: «beccato» a Modica

di ,
Ventunenne denunciato per danneggiamento aggravato. È accaduto di notte al quartiere San Paolo

MODICA. Cinque telecamere di videosorveglianza danneggiate ed un cittadino marocchino denunciato per il reato di danneggiamento aggravato. È il bilancio di una movimentata notte in una Modica in stato allerta dopo i furti e le rapine che si sono registrati nelle ultime settimane. Teatro dell'episodio, l'antico quartiere San Paolo dove l'Amministrazione comunale ha installato un sistema di videosorveglianza per garantire la sicurezza degli abitanti. Sabato notte un marocchino di 21 anni, A.D.A. abitante con la famiglia in città da tempo e senza lavoro, ha pensato di scatenare la sua rabbia contro le telecamere.

Armato di ombrello e di una tavola da carpenteria di circa un metro, nonostante la pioggia battente, ha cominciato a fare il giro del centro storico ed arrivato al rione San Paolo dove ha cominciato a colpire ripetutamente le telecamere posizionate a tre metri di altezza. Le segnalazioni di alcuni abitanti hanno portato sul posto le volanti della Polizia di Stato del locale Commissariato; gli agenti si sono messi alla ricerca dell'autore dell'atto di vandalismo, e lo hanno trovato accanto ad un palo della videosorveglianza. Nel frattempo sul posto sono intervenuti anche gli uomini del Comando di polizia urbana che assieme ai poliziotti hanno fatto una ricognizione dei manufatti toccando le vie Silvio Pellico, Albanese e Correri. Le indagini hanno portato a visionare le registrazioni del sistema di sorveglianza.

ALTRE NOTIZIE NEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X