GUARDIA DI FINANZA

Truffe: cessa l'attività dopo il contributo, denunciato un imprenditore a Pozzallo

La Guardia di finanza ha anche chiesto il sequestro per equivalente dei beni in suo possesso fino all'importo truffato ai fini del rientro della somma da parte dello Stato

POZZALLO. Il titolare di una ditta individuale di Pozzallo (Ragusa) operante nel settore delle onoranze funebri è stato denunciato dalla Guardia di finanza per truffa finalizzata conseguimento di erogazioni pubbliche. Secondo quanto accertato la ditta, dopo soli due anni dall'inizio dell'attività e dopo aver ricevuto un contributo statale di oltre 30 mila euro per la realizzazione e l'avvio di piccole attività imprenditoriali da parte di disoccupati o persone in cerca di, avrebbe chiuso i battenti senza comunicare la perdita dei requisiti ad Invitalia, l'agenzia erogatrice, ed impedendo il recupero della somma ricevuta a titolo di agevolazione. L'imprenditore è stato anche denunciato per vendita in nero dei beni strumentali.

Secondo quanto accertato non sarebbero stati rispettate le clausole del contratto che prevedevano costanti aggiornamenti sull'andamento produttivo dell'azienda e ad un periodo minimo di permanenza sul mercato di almeno 5 anni. La Guardia di finanza ha anche chiesto il sequestro per equivalente dei beni in suo possesso fino all'importo truffato ai fini del rientro della somma da parte dello Stato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X