SANITA'

«Nuovo ospedale di Ragusa, pronto entro l’estate 2017»

di
I piani occupati dai servizi, dal blocco operatorio e dalle divisioni sono quattro. Sei ascensori a torre, 4 per i sanitari: saranno 213 i posti letto

RAGUSA. Ci vogliono otto milioni di euro per completare il nuovo ospedale «Giovanni Paolo II» di contrada Cisternazzi. E dalla Regione - secondo quanto riferito ieri mattina dal manager Maurizio Aricò - ci sono segnali positivi. I soldi arriveranno ed il direttore generale dell’Asp 7 insieme ai suoi più stretti collaboratori, Pino Drago ed Elvira Amata, hanno come priorità aprire l’ospedale. Ieri mattina il manager Aricò ha aperto le porte della struttura per una visita sopralluogo alla stampa locale. C’erano anche i tecnici, l’architetto Maddalena Di Martino e l’ingegnere Gaetano Cila, che hanno guidato al visita, ma soprattutto spiegato cosa manca per completare la struttura. Due progetti che serviranno a completare le 5 sale operatorie (due sono ancora allo stato rustico), la rianimazione e la seconda sala di emodinamica. Una sala operatiria sarà dedicata a sala parto. E poi c’è la sistemazione della hall. Ieri mattina il direttore della struttura tecnica dell’Asp 7, l’ingegnere Lorenzo Aprile, ed il responsabile del Siav, il dottor Giovanni Aprile, hanno portato una buona notizia: «Vengo da Catania ed abbiano superato la verifica per la Pet».

Perchè al nuovo ospedale si potrà fare la «tomografia a emissione di positroni o PET». È una tecnica di medicina nucleare e di diagnostica medica utilizzata per la produzione di bioimmagini (immagini del corpo). La Pet fornisce informazioni di tipo fisiologico, a differenza di Tac e Risonanza Magnetica che invece forniscono informazioni di tipo morfologico del distretto anatomico esaminato. Con l'esame PET si ottengono mappe dei processi funzionali all'interno del corpo. Il nuovo ospedale ha la forma di metà quadrilatero ed è composta da due trombe di scale in collegamento tra di loro. I piani occupati dai servizi, dal blocco operatorio e dalle Divisioni sono quattro. Ogni tromba di scale è servita da sei ascensori, quattro per i sanitari e due per i visitatori. Alla fine il nuovo ospedale avrà 213 posti letto.

ALTRE NOTIZIE NEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X