TRIBUNALE

"Abuso d'ufficio", sindaci ragusani sotto accusa: il processo riparte «da zero»

RAGUSA. A distanza di tre anni dall’inizio davanti al Tribunale di Modica, ricomincerà il 17 aprile ex novo davanti al Tribunale di Ragusa, il processo contro i sindaci di Pozzallo e Vittoria, Giuseppe Sulsenti e Giuseppe Nicosia, in carica nel gennaio 2008, accusati di abuso d’ufficio, difesi dagli avvocati Enzo Galazzo e Maurizio Catalano. Ieri mattina, infatti, il collegio difensivo si è opposto al rinnovato degli atti dell’istruttoria, visto che solo uno dei tre magistrati (Manenti) è presente nel nuovo collegio (presidente Vincenzo Saito, a latere Elio Manenti e Sandra Levanti).

Oltre a Nicosia e Sulsenti, quest’ultimo non più sindaco di Pozzallo, sono imputati dello stesso reato in concorso Giampiero Bella, segretario generale e dirigente del Comune di Pozzallo; Giovanni Modica, direttore generale, e dirigente dell’ente, entrambi difesi dagli avvocati Piero Rustico ed Ignazio Galfo; e Giuseppe Piccione, difeso dall’avvocato Gianluca Gulino, beneficiario di un presunto ingiusto vantaggio patrimoniale, quale comandante della Polizia Municipale di Vittoria e a scavalco anche a Pozzallo.

La vicenda si riconduce al 9 gennaio 2008 quando Sulsenti affidò l’incarico a scavalco a Piccione per la durata di sei mesi. «Gli atti adottati dalle nostre amministrazioni – hanno sempre sottolineato Sulsenti e Nicosia - sono assolutamente legittimi». La prossima udienza, quando si comincerà da zero l’istruttoria, è stata fissata per il 17 aprile. S. M. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X