OPERAZIONE SCIACALLO

"Caro estinto" all'ospedale di Modica, 12 rinviati a giudizio

Dovranno comparire dinanzi al Tribunale cinque medici, tre infermieri e quattro titolari di agenzie funebri che devono rispondere dei reati di truffa, falsità ideologica e peculato

RAGUSA. Dodici persone rinviate a giudizio e due prosciolte dal Gup del Tribunale di Ragusa Giovanni Giampiccolo, a seguito dell'operazione sul 'caro estinto' a Modica (Ragusa) denominata 'Sciacallo' e portata a termine dai carabinieri nel giugno del 2013.

I militari fecero luce sul business del 'caro estinto' all'interno dell'ospedale Maggiore di Modica, dove si sarebbero verificate le segnalazioni dei degenti moribondi da parte di infermieri compiacenti ad agenzie di onoranze funebri privilegiate per assicurarsi la salma.

Il proscioglimento con il rito abbreviato è arrivato per l'infermiere Giuseppe Puglisi e per il titolare dell'agenzia di onoranze funebri Carlo Rizza.

Rinviati a giudizio nell'udienza del prossimo 17 febbraio gli altri imputati per i quali, comunque, è caduto il reato associativo. Dovranno quindi comparire dinanzi al Tribunale cinque medici, tre infermieri e quattro titolari di agenzie funebri che devono rispondere dei reati di truffa, falsità ideologica e peculato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X