IL CASO ENAIP

Ragusa, inchiesta sui corsi di formazione: il Riesame annulla il sequestro

di
I giudici hanno attenuato la posizione degli indagati e sbloccato i 432 mila euro «congelati»

RAGUSA. Il Tribunale del Riesame ha annullato il decreto di sequestro preventivo per equivalente per 432 mila euro, emesso il mese scorso dal gip Claudio Maggioni nell’ambito dell’indagine sull’Enaip per i reati ipotizzati di truffa e falso. I ricorsi dei difensori degli indagati sono stati ritenuti fondati. I giudici pur ritenendo esserci gravi indizi hanno attenuato la posizione degli indagati ritenendo che i corsi oggetto delle indagini si sono tenuti e le irregolarità sono emerse solo nel numero dei partecipanti e nelle giorni di lezioni. Per questa ragione il Tribunale ritiene di annullare il sequestro pari a tutta la somma erogata dalla Regione all’Enaip, ritenendolo ingiustificato. Secondo il Tdl l’accusa doveva indicare la quota di indebita percezione dei fondi pubblici visto che i dcoumenti in possesso del Collegio non consentono di farlo anche in via sommaria.

Ieri mattina, quindi, i beni sequestrati il mese scorso ai sei indagati ed all’Enaip a cui viene contestata la responsabilità amministrativa, sono tornati ai loro legittimi proprietari. Si tratta dell’ex presidente dell’Enaip Giovanni Biundo; Alberto Scarso, direttore di uno dei corsi oggetto di indagine; Giorgio Firrincieli, direttore di uno dei corsi attenzionati dalla Guardia di Finanza; Giovanni Catania, ex direttore Provinciale Enaip Ragusa, e di due imprenditori vittoriesi Ignazio e Francesco Normanno, padre e figlio. L’Enaip, Biundo e Catania sono stati difesi dall’avvocato Angelo Curciullo, Firrincieli dall’avvocato Simona Cultrera, Scarso dall’avvocato Maurizio Catalano, i due Normanno dall’avvocato Italo Alia. I beni dissequestrati sono 10 unità immobiliari per un valore di 400 mila euro e somme bancarie per 60 mila euro.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X