Vittoria, ecco la nuova giunta: c'è anche l'autore del "toro" di Wall Street - Video

VITTORIA. Cinque nuovi assessori e solo una riconferma. Si presenta così alla città di Vittoria la nuova Giunta comunale. A due mesi dall’azzeramento, il sindaco Giuseppe Nicosia ha finalmente ufficializzato i nomi della sua neosquadra assessoriale presentandoli in conferenza stampa. Riconfermato Filippo Cavallo, che si occuperà di manutenzioni, lavori pubblici, protezione civile e continuerà a ricoprire la carica di vicesindaco. All’urbanistica, ambiente, bilancio e programmazione economica va Enzo Cilia, espressione del Pd, mentre il segretario cittadino del partito democratico Francesco Cannizzo si occuperà di anagrafe, stato civile e solidarietà. Dalla società civile ecco tre volti nuovi: si tratta di Lisa Pisani (unica donna in Giunta) alla quale è andata la delega all’agricoltura, sviluppo economico e turismo, il prof. Gaetano Bonetta (Preside della Facoltà di Chieti-Pescara), che si occuperà di pubblica istruzione e rilancio delle strutture museali, e del noto scultore Arturo Di Modica, assessore alla creatività, progetti culturali ed artistici e gemellaggio con la Grande Mela, famoso nel mondo per aver realizzato il 'toro' di Wall Street piazzato davanti alla borsa americana

“Si è pensato di voler innovare ascoltando la città- ha dichiarato il primo cittadino - coinvolgendo delle belle personalità presenti a Vittoria, andando anche fuori dal partito democratico. Ho azzerato la Giunta per poter dare una forte grinta amministrativa puntando ad una sintesi fra voglia di novità, cercando di dare la giusta rappresentatività al Pd e nello stesso tempo scegliendo persone esterne: tutto ciò è stato fatto prendendo in considerazione degli aspetti programmatici, cercando di capire cosa vogliamo fare per Vittoria”. Nicosia ha così elencato tutta una serie di tematiche sulle quali ora la nuova Giunta è chiamata a lavorare e dare risposte: dalle politiche ambientali al PRG su cui a marzo si dovrà esprimere il Tar, dallo sviluppo economico fin troppo imbrigliato dalla burocrazia degli uffici comunali alla tutela delle produzioni locali, nonché alle stesse problematiche della frazione, di cui il sindaco ha deciso di tenere la delega al decentramento insieme alle restanti, a quelle cioè non assegnate. “Scoglitti- ha dichiarato Nicosia- è il secondo motore economico di questo territorio ed è importante che incominci ad avere una sua responsabilità amministrativa”. Non mancheranno delle consulenze esterne a cui si farà ricorso “partendo – ha concluso Nicosia- dagli assessori uscenti”.

Servizio di Gianna Bozzali

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X