CONVENZIONE

Pozzallo, prorogata la gestione
del Centro di prima accoglienza

L’effetto del provvedimento è a «breve termine»: durerà solo fino alla fine del mese di gennaio

POZZALLO. Nuova proroga per il Centro di Primo Soccorso e Accoglienza pozzallese. Dopo il rinnovo di qualche mese fa e che scadeva il 31 dicembre scorso, arriva una nuova proroga in attesa della conclusione della gara d’appalto dopo le polemiche che hanno portato alla definizione del nuovo badget per singolo migrante e alla conseguente riduzione del personale per la nuova ditta. La proroga, l’ultima, sarà valida fino al 31 gennaio 2015 e protrae la gestione del Centro dopo un periodo tribolato con la riduzione di personale che ha portato dagli iniziali 97 operatori ai 52 attuali effettivi, e per alcuni è arrivata anche la riduzione del monte ore lavorativo.

Diversi gli atti che si sono susseguiti nella parte finale del 2014: la proroga ad ottobre e poi a dicembre a pochi giorni dalla scadenza con l'affido del servizio - dopo attese burocratiche -, alla nuova ditta che attualmente lo gestisce. Anche mancato, per parecchio tempo, un capo della Protezione civile comunale dopo le dimissioni della Giugno. Senza scordare i tira e molla tra amministrazione comunale guidata da Luigi Ammatuna, Prefettura e Ministero per fissare la quota pro capite per la gestione di ogni migrante e le vivaci proteste degli operatori del Cpa, a fine novembre scorso, in attesa di vari stipendi arretrati.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X