Differenziata a Ragusa, tutte le novità

Stabilite le fasce di riduzione: da 0 a 249 punti nessuna agevolazione, da 250 a 499 punti il 20%, da 850 a 1199 punti il 30%, da 1200 a 1579 punti il 40% e da 1580 a 2041 punti il 50%

RAGUSA. Più differenzi meno tari. Con una scontistica in bolletta fino al 50 per cento nella quota variabile della tassa sui rifiuti e con un tetto massimo di 2.041 punti accumulati.
I rifiuti differenziati dovranno essere portati al centro comunale di raccolta di via Paestum che sarà aperto al pubblico dal lunedì al sabato dalle 8 alle 14 ed il martedì ed il giovedì il pomeriggio, dalle 14 alle 16. Una bilancia pesa rifiuti, con un sistema teach screen, previo inserimento del codice fiscale o della tessera sanitaria, avrà il compito di identificare il contribuente e di attribuire il punteggio al rifiuto conferito. Gli sconti saranno calcolati per ciascun anno a consuntivo e si applicheranno al tributo da pagare l’anno successivo e saranno riconosciuti solo a coloro che entro il 28 febbraio dell’anno seguente risulteranno in regola con i pagamento della Tari. «Il sistema è molto semplice — spiega Antonio Zanotto, consulente ambientale dell’amministrazione Piccitto —. Si possono accettare un numero considerevole di rifiuti. Una bilancia pesa rifiuti consentirà di avere uno sconto in bolletta fino al 50 per cento. I rifiuti più voluminosi che non possono essere pesati saranno considerati a pezzo. Un sistema computerizzato avrà il compito di leggere la scheda e di identificare il cittadino contribuente. Il tetto massimo prestabilito è di 2041 punti. Superata questa soglia — precisa il consulente ambientale — i punti saranno azzerati. Con questo sistema vogliamo evitare spiacevoli conseguenze. Cioè che qualche azienda privata camuffata da cittadino possa conferire rifiuti al Ccr». L’agevolazione riconosciuta sarà determinata nel seguente modo: riportando il punteggio ottenuto dall’intero nucleo familiare titolare di utenza Tari con la tessera sanitaria sarà riportato un punteggio (da 0 a 249 punti nessuna agevolazione, da 250 a 499 punti agevolazione del 20 per cento, da 850 a 1199 punti agevolazione del 30 per cento, il 40 per cento in meno da 1200 a 1579 punti, da 1580 a 2041 punti il 50 per cento in meno sulla bolletta. «È un incentivo per migliorare la raccolta differenziata in città — aggiunge il sindaco Federico Piccitto —. Abbiamo voluto spiegare le finalità del progetto e gli obiettivi che vogliamo raggiungere. L’invito che rivolgiamo alla cittadinanza è di utilizzare questa struttura per la raccolta differenziata per avere uno sconto importante in bolletta». Tra le tipologie di rifiuti da poter differenziare ci sino il frigo e il climatizzatore (20 eco punti per un massimo di due pezzi per nucleo familiare), lampade (10 punti e 5 lampade per ogni famiglia), bombolotte spray, flaconi, imballaggi in plastica, oli minerali, oli vegetali, vernici vetro, pile, carta e cartone, legno, accumulatori (20 ecopunti, due pezzi per nucleo familiare, con 50 la soglia di anomalia), batterie al piombo, pneumatici (10 ecopunti per 4 pezzi per ogni nucleo familiare) solventi, farmaci (20 ecopunti per 500 grammi di farmaci portati al centro di raccolta). Il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle plaude al progetto «Più differenzi meno Tari», promosso dall’amministrazione comunale con il contributo di Antonio Zanotto, e «intende sostenerlo attivamente attraverso iniziative di sensibilizzazione della cittadinanza rispetto ai temi ambientali e ai vantaggi economici e sociali derivanti da una corretta e sempre più convinta applicazione della raccolta differenziata». 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X