Santa Croce, mostra i genitali a una ragazza: denunciato

SANTA CROCE. Atti osceni in luogo pubblico lungo la costa santacrocese. Colto in flagranza dalla Polizia di Stato e denunciato un giovane modicano recidivo. Si tratta di un giovane, già condannato con sentenza passata in giudicato per lo stesso reato: T.C., residente a Modica, di 28 anni.
L’episodio si è consumato nel pomeriggio di mercoledì a Caucana, frazione balneare di Santa Croce Camerina, sul lungomare Anticaglie. Secodo l’accusa il giovane denunciato, a bordo della propria vettura – una utilitaria di colore nero – decideva di seguire una sedicenne che procedeva per la stessa via a bordo della propria bicicletta, poi decideva di saltar fuori dalla macchina e di mostrare alla ragazza i propri genitali.
La ragazza, che tentava di darsi alla fuga per poi rifugiarsi presso un ritrovo/bar che si trova nella zona, veniva subito soccorsa da una persona che segnalava l’accaduto al 113. Giunta sul posto, la “Volante Mare”, raccolte le prime descrizioni sull’autore del reato, setacciava la zona: di li a poco, a bordo dell’utilitaria segnalata dalla ragazza veniva fermato il giovane modicano che procedeva verso Punta Secca. Il giovane, sentito dagli agenti delle Volanti, ammetteva i fatti.
Al momento del controllo T.C. risultava vestito soltanto con una maglietta polo di colore nero mentre era nudo nella parte inferiore coperta da un asciugamani sulle gambe. Ascoltate dagli agenti le persone presenti sul luogo e la vittima del reato, il giovane modicano veniva trasferito presso gli uffici della Questura a Ragusa. Ultimati gli accertamenti e sottoposto a rilievi fotosegnaletici di Polizia Scientifica, l’uomo - che annovera altresì precedenti di polizia per stupefacenti e reati contro il patrimonio – veniva denunciato in stato di libertà per il reato di atti osceni in luogo pubblico con l’aggravante della recidiva infraquinquennale.
Le operazioni che hanno portato alla denuncia del giovane sono state coordinate dal commissario capo della Polizia di Stato Vinzy Siracusano, dirigente dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della Questura di Ragusa, struttura conosciuta dalla gente come Sezione Volanti visto che annovera le pantere che sono le prime ad arrivare sul posto in caso di chiamata del cittadino alla sala operativa del 113.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook