Scicli, interventi per fermare il degrato dell'ex fornace Penna

SCICLI. Bloccare il degrado dell'ex fornace Penna di contrada Pisciotto a Sampieri destinandogli, per un primo intervento, la metà del finanziamento di 500mila euro che anni fa erano stati stanziati dall'Assessorato regionale ai beni culturali. Avviata la macchina operativa per intervenire con una prima trance di 250mila euro da programmare con una perizia di variante che dovrà redigere la Sovrintendenza ai beni culturali di Ragusa. Ed è stata la sovrintendente Rosalba Panvini a fare pervenire al sindaco di Scicli, Franco Susino, la richiesta, datata 16 maggio scorso, volta ad ottenere l'autorizzazione all'accesso ai luoghi così come il prefetto Annunziato Vardè ha assunto il ruolo di “regista” in questa difficile vertenza conservativa di un bene di grande pregio di archeologia industriale con incontri fra i diversi soggetti che da tempo reclamano il recupero dell'ex stabilimento bruciato. A chiedere, in particolare, un intervento urgente erano state tredici associazioni culturali ed ambientaliste che nei mesi scorsi hanno scritto anche al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.


UN SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI RAGUSA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X