Troppe le aziende in difficoltà a Modica, arriva l’aiuto dei consorzi Fidi

MODICA. Sei consorzi fidi, Confim, Profidi, Confeserfidi, Multipla Confidi, Credit Agri Italia ed Unifidi Sicilia, hanno aderito e sottoscritto ieri mattina a palazzo San Domenico la convenzione con il Comune riguardante un fondo di garanzia per concedere alle imprese dei finanziamenti. Presenti all'incontro il sindaco, Ignazio Abbate, il dirigente allo sviluppo economico, Giovanni Pluchino ed i rappresentanti dei sei Consorzi Fidi. L'obiettivo della convenzione è quello di aumentare la garanzia a favore degli istituti di Credito sugli affidamenti richiesti dalle imprese e di abbattere gli oneri a carico delle stesse per il rilascio della garanzia consortile. La garanzia ai finanziamenti erogati sono di due misure: 60 per cento dell'importo finanziato per le operazioni finalizzate a ristrutturazione, consolidamento e ripianamento di passività a breve; 80 per cento dell'importo finanziato per le operazioni finalizzate a investimenti aziendali di ogni tipo. Ogni singola impresa potrà richiedere un finanziamento pari ad un massimo di 25 mila euro e per una durata non superiore a 60 mesi. Gli interventi previsti dalla convenzione sono applicabili a tutti i settori economici dall'agricoltura all' artigianato, al commercio, al turismo, ai servizi ed alla pesca. Le domande dovranno essere presentate ad uno dei sei Consorzi Fidi convenzionati e, per conoscenza, al Comune attraverso un apposito modello che può essere ritirato nelle sedi dei Consorzi, nell'ufficio Urp del Comune, presso il gabinetto del sindaco o sul sito istituzionale del Comune alla voce bandi e avvisi. L'istanza al Comune va presentata da sabato 11 marzo, a partire dalle ore 8, all'archivio-protocollo. Le pratiche ammesse in prima istanza al beneficio saranno quelle che in ordine cronologico prenoteranno le giuste somme, sino all'esaurimento della somma stanziata in bilancio pari ad 150 mila euro. "Il Comune con questa iniziativa - commenta il primo cittadino - supplisce al un compito che spetterebbe alla Regione". FE.RI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X