Modica, i candidati cercano consensi: la giunta punta sull’ortofrutticolo

MODICA. “Trasformare stabilmente il mercato ortofrutticolo di viale Medaglie d’oro in un farmer’s market dedicato ai prodotti a km zero ed aperto a tutti i cittadini. La struttura, che attualmente è poco frequentata e versa in pessime condizioni (con problemi enormi di perdite d’acqua), ancora oggi opera seguendo un regolamento del 1972 che prevede l’ormai “storica” tassa sul quintalaggio ed il pagamento di un ticket per i privati che intendono comprare”. E’ quanto dichiarato da Marisa Giunta, candidata di “Contea Modica”, a margine della visita effettuata ieri mattina al mercato ortofrutticolo di Modica.

“Il regolamento va modificato - conclude -, eliminando dunque subito il quintalaggio, permettendo la diversificazione dell’offerta e tutelando i concessionari attualmente attivi”. Ad intervenire nella campagna elettorale del candidato del PdL, Giovanni Migliore, è il deputato nazionale Nino Minardo. “Il fermento attorno alla candidatura di Giovanni Migliore a sindaco di Modica, la crescita di consenso che si consolida giorno dopo giorno sono la conferma di una scelta giusta - dichiara Nino Minardo-. Con Migliore si è innescata la trasformazione del PdL a Modica, insieme a lui parte l'esperienza del PdL 2.0, cioè una versione fresca del Popolo delle Libertà che fa tesoro della triade di valori rappresentata dal nostro candidato: la concretezza, la competenza, la coerenza”. Intanto sarà presente oggi a Modica l’assessore regionale all’Agricoltura Dario Caltabellotta, per ascoltare gli operatori delle aziende agricole ed i problemi che affliggono il settore. A darne l’annuncio il candidato a sindaco dell’Udc, Ignazio Abbate.

“L’incontro costituirà un momento di confronto per il comparto agricolo. L’occasione per una futura collaborazione tra ente comune e Regione. Gli operatori agricoli avranno la possibilità - conclude Abbate -, di esporre le difficoltà attraversate dalle aziende in questo particolare momento di congiuntura economica”. Il candidato del Pd Giovanni Giurdanella ha incontrato, in questi giorni, diverse realtà sportive. “Un dialogo concreto che ci conferma la convinzione che abbiamo già chiaramente espresso nel nostro programma e cioè che le 150 società che operano nel nostro territorio, coinvolgendo complessivamente oltre 15 mila persone, svolgono innanzitutto un ruolo da vere e proprie agenzie educative ed hanno - conclude Giurdanella -, una funzione aggregativa che le rende un vero e proprio motore per la città”. Mommo Carpentieri, invece, si occupa di prevenzione e Protezione Civile. “Si lavora da tempo ad un nuovo Piano comunale, che vede impegnato il Dipartimento regionale di Protezione civile, ma si rende necessario accelerare i tempi. Affrontare l’emergenza fin dal primo insorgere, in un territorio a rischio - dichiara Carpentieri -, come quello modicano, per via della sua conformazione, con l’obiettivo di contenerne gli effetti e riportare rapidamente la situazione in condizioni di normale esercizio, è una delle priorità che ci prefiggiamo. L’attuale Piano, infatti - conclude -, è oramai obsoleto e dunque non confacente alle nuove esigenze urbanistiche della città, che è soggetta ad essere flagellata da eventi eccezionali”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X