Francesco Barone resta il candidato sindaco

Verso le amministrative. L’ex assessore non è più disposto a fare «passi indietro». Il senatore Mauro, Grande Sud, annuncia novità entro aprile
Ragusa, Archivio

RAGUSA. La riserva è stata sciolta. Francesco Barone, con il supporto di tre liste civiche Idee per Ragusa, Costruiamo il futuro e Attivamente Ragusa non intende fare passi indietro. La sua candidatura a sindaco non si discute. Forse. «Abbiamo fatto solo noi dei passi indietro - dice Barone al termine di una riunione con una settantina di candidati al consiglio comunale -; prima disponibile alle primarie, poi ad un sondaggio, poi mi ero ritirato favorendo Mallia, Pdl, per tenere unito il centrodestra ma Mallia non gradiva la coalizione. È il momento che sia qualcun’altro a fare passi indietro. Non io. Al centrodestra ho fatto delle controproposte per le quali attendo risposta». Ore convulse, quindi e la coalizione di centrodestra rischia di spaccarsi con Barone che comunque non resterebbe solo. E così sfuma in un solo colpo sia l’ipotesi di un centrodestra unito, sia la candidatura di Franco Antoci che si era messo a disposizione nel tentativo di superare steccati e veti incrociati ma solo con una coalizione senza defezioni.«La mia candidatura - spiega Antoci - era messa a diposizione solo con tutto il centrodestra unito. Ora la disponibilità non c’è più. Valuteremo in queste ore il da farsi: se andare avanti da soli con il Movimento civico Ibleo ed altre liste oppure se continuare il percorso con il centrodestra». Non nasconde la sua delusione Nino Minardo, leader provinciale del PDL. «Daremo al nostro elettorato di centrodestra un candidato - dice Minardo -. Barone ha scelto diversamente. Andiamo avanti con Grande Sud, La Destra, Pensare Ibleo, il Movimento civico Ibleo e chi si riconosce nei valori del centrodestra. Sono certo che riusciremo a fare una sintesi in tempi brevi». Pare tramontata l’ipotesi di Peppe Cassì, la cui candidatura sarebbe stata ipotizzata dal deputato all’Ars, Giorgio Assenza, Pdl, tra i nomi nuovi provenienti dalla cosiddetta società civile, non è da escludere che torni in auge il nome di Salvo Mallia ex consigliere e assessore provinciale. Sembrerebbe di tutt’altro avviso il senatore Giovanni Mauro, Grande Sud che non perde la fiducia: «È tempo che tutto il centro destra offra alla città la propria ricetta amministrativa - dice Mauro - penso che prima dell’avvio del mese di maggio si riuscirà ad offrire una proposta autorevole, forte ed unitaria, i presupposti ci sono perchè la voglia di fare vincere il polo dei moderati nella nostra città è più forte delle ambizioni dei singoli».
Nel pomeriggio di sabato ci sarebbe stato, secondo alcune voci, un incontro tra Ciccio Barone e Gianni Mauro, Grande Sud. E la dichiarazione di fiducia del senatore sembrerebbe confermarlo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X