È polemica a Comiso sui proventi dei rifiuti

Ragusa, Archivio

COMISO. Comiso nel degrado. Il segretario del Pd Gigi Bellassai traccia un quadro apocalittico: la raccolta differenziata è inefficiente, lo spazzamento è stato ridotto, c'è stato un aumento illegittimo della tassa sui rifiuti (più alta del costo del servizio), ci sono almeno cento discariche abusive, disinfestazione e derattizzazione insufficienti. Le periferie sono sporche e piene di erbacce. I depuratori di Comiso e Pedalino sono in pessime condizioni, ci sono oltre 200 randagi, l'edilizia è al palo, il Prg bloccato. Agenda 21 è stata cancellata. Sulla differenziata aggiunge: «Il costo del servizio è aumentato di due milioni di euro in tre anni. I costi di conferimento in discarica non sono diminuiti. Non sappiamo a chi vanno i proventi della vendita dei materiali differenziati, carta, vetro, plastiche e alluminio». Amenta replica: «Bellassai ha memoria corta. Il contratto per il servizio Rsu risale al 2007. Lo ha stipulato lui. È previsto che i proventi della differenziata sono appannaggio della ditta». E sui costi della discarica aggiunge: «Da agosto 2010 la discarica di Vittoria è chiusa e si conferisce a Motta Sant'Anastasia. Si è passati da un costo di circa 33.000 euro al mese a circa 120 euro al mese. L'aumento della Tarsu è dovuto a questo». 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X