Bus, soppressa la corsa del mattino Catania-Comiso-Vittoria

Appiedati decine di lavoratori fra cui anche molti professionisti. Molti hanno fatto ricorso all’auto privata, alcuni al bus per Ragusa
Catania, Ragusa, Archivio

COMISO. Medici ed insegnanti appiedati. Dagli inizi di febbraio è stata soppressa la corsa delle 6,30 del mattino che da Catania conduce a Comiso e Vittoria. La tratta viene servita dalla ditta “Giamporcaro”. Veniva utilizzata da lavoratori che svolgono la loro attività nelle due città. Tra questi, vi sono alcuni medici, farmacisti, operatori sanitari, insegnanti. Un grave disagio per molti lavoratori. Alcuni tra loro hanno dovuto far ricorso all’auto privata, altri si sono adattati ad utilizzare l’autobus per Ragusa. Ma l’arrivo a Ragusa non permette la coincidenza con le corse in partenza per Comiso e si deve utilizzare la fermata di contrada Coffa. Da lì non c’è nessun mezzo per raggiungere Comiso. Per percorrere l’ultima parte del tragitto (undici chilometri per Comiso, sedici per Vittoria) i lavoratori devono far ricorso a mezzi privati. I lavoratori della zona etnea che devono raggiungere per lavoro Comiso e Vittoria non possono più utilizzare dei mezzi pubblici. La ferrovia non esiste, le corse degli autobus sono state soppresse.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X