Vittoria, ancora veleni tra Pd e l’ex sindaco Aiello

Non accenna a placarsi la diatriba: Aiello ha parlato di dèbacle del partito del sindaco mentre la segreteria del Pd ribatte ricordando ad Aiello le sconfitte elettorali degli ultimi anni
Ragusa, Archivio

VITTORIA. Dopo le elezioni, riprende la diatriba tra l'ex sindaco Francesco Aiello ed il Pd. Aiello ha parlato di dèbacle del partito del sindaco (che ha ottenuto il 15 per cento), la segreteria del Pd ribatte ricordando ad Aiello le sconfitte elettorali degli ultimi anni. «Aiello, perdente alle scorse elezioni amministrative, trombato alle regionali da assessore di Lombardo e della destra, ha perso anche dinanzi al consiglio di giustizia amministrativa sul premio di maggioranza al consiglio comunale di Vittoria. Ha dichiarato di volere tornare a votare per il centrosinistra: ecco che i risultati elettorali sono calati di colpo. Aiello è un Re Mida al contrario. Tutto ciò che tocca distrugge Faccia chiarezza con se stesso: si dimetta e ponga fine al proprio tormento bbandonando il livore che nutre per l'amministrazione comunale». Aiello replica: «Questa specie di gente inutile, che ha distrutto il lavoro di 60 anni portato avanti da generazioni di amministratori, non merita alcuna risposta. Dovrebbero dimettersi loro per avere ridotto la città in stato comatoso, annullato i servizi sociali, allontanato i cittadini dalle istituzioni vittoriesi, ridotto all'osso il consenso elettorale, col Movimento 5 Stelle al 43%, il più alto in Italia. Preparate le valigie, il vostro tempo è scaduto». 

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X