Al Comune, decreti ingiuntivi per circa due milioni di euro

Tra debiti nei confronti dei fornitori e arretrati che spettano ai dipendenti dell’ente
Ragusa, Archivio

RAGUSA. Anche Sebastiano Busso bussa alle casse di Palazzo dell'Aquila. E vuole 481.569,92 euro, con gli interessi di mora, quale corrispettivo residuo dovuto per l'affidamento del servizio di igiene ambientale. La ditta che in atto gestisce l'appalto per il Comune vuole quasi mezzo milione di euro e li chiede tramite con un decreto ingiuntivo. Si tratta di crediti derivanti da ritardato pagamento di fatture. Il Comune si opporrà a tale richiesta, dal momento che quel credito dovrebbe essere liquidato dall'Ato. Solo qualche giorno fa, il commissario Rizza aveva siglato l'accordo con l'altra ditta Busso, gestita dal fratello, che aveva chiesto il pignoramento di 1,5 milioni di euro al Comune capoluogo. Si trattava di somme che il Comune di Modica non aveva versato e, facendo riferimento il sistema di raccolta all'Ato, erano state "girate" quali debiti al Comune di Ragusa. Al di là di come andrà a finire questo nuovo iter (il Comune ha deliberato di opporsi al decreto affidando la pratica all'avvocato Sergio Boncoraglio), l'elenco delle pendenze sul Comune è assai lungo. Una situazione assai critica, sulla quale è stata aperta il dibattito nel corso della seduta del consiglio comunale di ieri sera. Già prima delle Regionali, il consigliere dell'Italia dei Valori, Salvatore Martorana, aveva fatto richiesta dettagliata della situazione debitoria del Comune. «La risposta mi fu data dopo le elezioni - spiega Martorana -. Si evincevano debiti per circa sei milioni di euro coi fornitori, poi 600.000 euro con i dipendenti. Di quei sei milioni un paio circa sono di decreti ingiuntivi. Diversi decreti riguardano cooperative che gestiscono i servizi per il Comune dall'assistenza sociale agli impianti di sollevamento». Nel corso della seduta del Consiglio di ieri sera, la commissaria Rizza ha spiegato che non sarà di competenza dell'attuale consiglio l'approvazione del bilancio. Spetterà alla prossima consiliatura. DA. BO.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X