Truffa all'Inps, denunciati 29 falsi braccianti

Al centro dell'inchiesta una ditta fantasma tra le serre di Vittoria che sarebbe stata creata con lo scopo di "certificare" le "assunzioni fittizie" e le giornate lavorative
Ragusa, Archivio

RAGUSA. La guardia di finanza del comando provinciale di Ragusa ha denunciato 29 persone per truffa aggravata all'Inps, indebita percezione di contributi agricoli, e produzione e falsificazione di documenti. Al centro dell'inchiesta, coordinata dal procuratore capo Carmelo Petralia, una 'ditta' fantasmà tra le serre di Vittoria, che, secondo l'accusa, sarebbe stata creata da un quarantenne con lo scopo di 'certificare' le 'assunzioni fittizie' e le giornate lavorative dei denunciati.

In cambio il presunto imprenditore percepiva compensi illeciti di qualche migliaio di euro per ciascun falso dipendente, quasi tutti stranieri. Le indennità indebitamente erogate ammontano a centinaia di migliaia di euro e verranno recuperate attraverso dei sequestri per valore equivalente.

Le indagini sono state svolte, grazie allo scambio dati con l'Inps, dalla Tenenza di Vittoria e rappresentano lo sviluppo progettuale delle analisi complessive svolte dal Nucleo speciale spesa pubblica e repressione frodi comunitarie della guardia di finanza.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X