Truffe ad assicurazioni e poste, dieci arresti

Si fingevano piloti di compagnie aeree e con documenti falsi acquistavano auto e moto di grossa cilindrata, rivendute poi a prezzi fuori dal mercato. Per tutti gli indagati il Gip ha emesso ordinanze di custodia cautelare
Catania, Ragusa, Archivio

CATANIA. Una truffa da 360mila euro è stata scoperta dalla polizia stradale di Ragusa e Catania che ha arrestato 10 persone, in esecuzione di un ordine di custodia cautelare che dispone i domiciliari per 7 degli indagati. Secondo l'accusa, la banda fingendo essere piloti di compagnie aeree e utilizzando documenti falsificati acquistavano auto e moto di grosse cilindrate con un prestito, e dopo avere pagato le prime rate, le rivendevano a privati a prezzi fuori dal mercato. Con questo meccanismo avrebbero truffato diverse concessionarie e 8 finanziarie. Frodate anche 8 banche e un ufficio delle poste, utilizzando 11 carte di credito rubate a stranieri.Le indagini della polizia stradale, avviate dopo la denuncia di una concessionaria di fuoristrada di Ragusa, sono state coordinate dal procuratore aggiunto di Catania, Michelangelo Patanè. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X