Comiso, muore folgorato: non dava notizie da Natale

Il corpo di Rosario Cassibba, 65 anni, è stato ritrovato in avanzato stato di decomposizione

COMISO. Un ladro di rame rimane folgorato all’interno di una cabina elettrica mentre cerca di tranciare dei cavi di rame. L’uomo si era introdotto all’interno di una cabina elettrica, situata nel terrazzo di uno dei capannoni di una segheria di marmo in contrada Bellona, a Comiso. L’uomo, Rosario Cassibba, 65 anni, di Chiaramonte Gulfi, aveva numerosi precedenti penali, anche specifici. L’uomo era separato e viveva da solo. I parenti da Natale non lo avevano visto e si erano messi in allarme, ma nessuno aveva presentato denuncia di scomparsa, pensando che si fosse allontanato di sua volontà. L’uomo si è recato nella segheria a bordo del suo motorino Piaggio, trovato poco distante. Accanto al cadavere, folgorato e quasi irriconoscibile, c’era anche una cesoia che l’uomo aveva azionato forse pensando che la corrente elettrica fosse disattivata. Invece, si è trovato davanti una cabina elettrica da 20.000 volts. E’ morto sul colpo. A scoprire il cadavere è stato il proprietario della segheria che si era recato nella zona ed aveva visto tracce di effrazione ad un ingresso. L’uomo ha avvertito i carabinieri della stazione di Comiso. La morte di Cassibba potrebbe risalire ad una settimana fa. Per recuperare il cadavere sono intervenuti i vigili del fuoco. Il magistrato, Marco Rota, non ha disposto autopsia e ispezione cadaverica poiché appare chiara la dinamica dell’accaduto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X