Modica, soppressione degli uffici giudiziari Camera civile: «Sì alla mobilitazione»

La Camera Civile di Modica ritiene che non siano ancora da abbandonare le speranze di tenere in vita il Tribunale di Modica e che occorre mantenere viva la mobilitazione, specie nelle sedi politico-istituzionali
Ragusa, Archivio

MODICA. Circoscrizioni giudiziarie: non tutto è perduto. La Camera Civile di Modica ritiene che non siano ancora da abbandonare le speranze di tenere in vita il Tribunale di Modica e che occorre mantenere viva la mobilitazione, specie nelle sedi politico-istituzionali, per impedire un accorpamento contrario alla logica ed alle motivazioni economiche e di efficienza invocate per l'assurdo provvedimento di soppressione. La speranza di un ripensamento delle decisioni del Governo viene alimentata dallo scambio epistolare intervenuto tra il presidente della Camera Civile di Modica, Enzo Rizza, e il Presidente dell'Unione Nazionale Camere Civili, Renzo Menoni, ”L'Articolo 1 dello Statuto dell'Unione Camere Civili – dice Rizza - prevede che le Camere civili territoriali possono essere costituite «Nell’ambito di ciascun circondario di Tribunale o di più circondari limitrofi, ovvero del distretto di una Corte d’Appello». Il Tribunale di Modica è stato recentemente accorpato al Tribunale di Ragusa. Le Camere Penali dei due Tribunali hanno avviato un processo di unificazione. Per quanto concerne le Camere Civili, invece, la questione non è stata ancora affrontata. Non nascondo che conserviamo ancora la speranza (non per niente essa è "l'ultima a morire") di un salvataggio in extremis del nostro Tribunale. Ci chiediamo: nel caso, come appare molto probabile, si desse corso all'unificazione dei due Tribunali, sarà possibile mantenere le due Camere Civili o sarà giocoforza fondersi in un'unica organizzazione”? Enzo Menoni è stato celere nella risposta al collega modicano. «Il problema – dice - non è stato ancora affrontato dall'Uncc nell'attesa di un chiarimento legislativo. Sappiamo che al Senato è stato presentato un emendamento bipartisan (e quindi con buone probabilità di essere approvato)al DDL "stabilità" che prevede il rinvio di due anni per l'accorpamento dei Tribunali. Se tale emendamento passasse (lo sapremo quasi certamente entro la prossima settimana) il rinvio potrebbe significare (come spesso avviene in Italia) che non si vuole dare attuazione al provvedimento stesso, che quindi mai si realizzerà». Vedremo, quindi gli sviluppi, nei prossimi giorni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X