Conto alla rovescia per il Busacca di Scicli: va a regime la medicina riabilitativa

Inaugurazione ufficiale domani dell'Unità operativa di medicina riabilitativa dell'ospedale Busacca di Scicli. Appuntamento alle ore 10,30 presso l'ex padiglione di chirurgia che ospita il reparto di medicina riabilitativa, il fiore all'occhiello del locale presidio ospedaliero in un futuro che vede nella riabilitazione la formula vincente per l'ospedale sciclitano
Ragusa, Archivio

SCICLI. Inaugurazione ufficiale domani dell'Unità operativa di medicina riabilitativa dell'ospedale Busacca di Scicli. Appuntamento alle ore 10,30 presso l'ex padiglione di chirurgia che ospita il reparto di medicina riabilitativa, il fiore all'occhiello del locale presidio ospedaliero in un futuro che vede nella riabilitazione la formula vincente per l'ospedale sciclitano. Domani al Busacca ci sarà il neo Commissario straordinario, Angelo Aliquò, in quello che vuole essere il suo primo impegno pubblico dopo la nomina dell'Assessorato regionale alla Sanità al posto dell'uscente Salvatore Cirignotta. Il reparto di medicina riabilitativa (per dovere di cronaca) è stato aperto ai ricoveri il 30 dicembre 2011 con una dotazione di soli 10 posti letto; oggi, invece, ne conterà ben 18 di posti letto. L'unità operativa di medicina riabilitativa è ospitata in locali moderni ed accoglienti. Ad essa sono annesse due palestre riabilitative ed una piscina - costruita nell'immobile che fino a due anni fa ha ospitato la farmacia ospedaliera - anche essa con funzioni riabilitative. L'organico è composto dal direttore U.O., Orazio Sallemi, da 3 medici con funzioni di aiuti, da 1 caposala, da 8 infermieri, da 12 operatori socio-sanitari e da 8 fisioterapisti. Nel padiglione oggi destinato alla medicina riabilitativa, dagli inizi del '900 e fino al 1990, è stata ospitata la chirurgia. Il terremoto del 13 dicembre 1990 ha provocato alcune lesioni tanto da rendere necessario un intervento di messa in sicurezza e di consolidamento - costato un milione e 800 mila euro. I lavori si sono protratti per anni: domani l'inaugurazione ufficiale della struttura che, nel mese di agosto scorso, è finita sulle cronache per la chiusura del reparto e la sospensione del servizio sanitario a causa della carenza di personale. Chiusura che è durata, però, solo pochi giorni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X