Lite a Vittoria: una denuncia

La polizia ha bloccato l'aggressore, un marocchino di 32 anni, in regola con il permesso di soggiorno

VITTORIA. Aggressione l’altra sera a Vittoria. Un cittadino è stato preso a botte da un marocchino per futili motivi. L’intervento di una volante del locale commissariato ha evitato il peggio. Alcuni poliziotti, infatti, impegnati nel  controllo del territorio, transitando per via san Martino avevano notato una persona a terra sopraffatta da un altro soggetto. Attorno ai due vi erano una ventina di extracomunitari che alla vista degli agenti si sono dati alla fuga in tutte le direzioni. Gli agenti hanno bloccato l’aggressore, un marocchino di 32 anni in regola con il soggiorno e soccorso il malcapitato, un vittoriese di 36 anni. Si indaga sui motivi della colluttazione che vengono ben presto spiegati.

Il vittoriese aveva cercato di entrare in casa sua, ma sullo scalino del portone era seduto il marocchino che non voleva alzarsi; ne scaturiva un alterco verbale ed il marocchino per risposta si alzava e urtava volontariamente col suo corpo l’autovettura parcheggiata dinanzi, di proprietà della sorella del vittoriese, provocandovi una profonda ammaccatura. Il vittoriese diceva di voler chiedere il soccorso della polizia ed il contendente lo insultava e lo minacciava. Arrivavano intanto altri extracomunitari che davano sicurezza al marocchino che aggrediva l’altro e ne scaturiva una violenta colluttazione.

L’arrivo della volante, cui non era neppure pervenuta la segnalazione del cittadino, evitava il pestaggio. Il marocchino è stato denunciato per lesioni personali, violenza privata, danneggiamento e ingiurie. La vittima ha riportato 20 giorni di prognosi per trauma cranico e contusione addominale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook