Insieme per promuovere la città Tre hotel ragusani ospiti a Lugano

E’ quanto hanno cercato di sperimentare tre realtà ricettive della città di Ragusa, Poggio del Sole Resort, Hotel Montreal e De Stefano Palace, che si sono unite in una missione per mettere in mostra bellezza paesaggistiche e monumentali

RAGUSA. Solo facendo sistema si può andare a promuovere il prodotto territorio. E se a fare sistema sono i privati, senza l’apporto del pubblico, il metodo, assolutamente innovativo, è destinato ad assumere un ulteriore valore aggiunto.

E’ quanto hanno cercato di sperimentare tre realtà ricettive della città di Ragusa, Poggio del Sole Resort, Hotel Montreal e De Stefano Palace, che si sono unite per organizzare una missione a Lugano. I rappresentanti delle tre strutture, su spinta dell’ufficio turistico del Comune di Ragusa che ha fornito i contatti, sono stati ospitati in uno stand del “Salone internazionale svizzero delle vacanze” con lo scopo di mettere in vetrina le bellezze paesaggistiche e monumentali del territorio nei tre giorni fieristici, dal 16 al 18 novembre scorsi.

“Abbiamo cercato di promuovere al meglio il nostro territorio – afferma il direttore di Poggio del sole resort, Marco Nuzzarello – mettendo in evidenza anche le particolarità delle nostre strutture. Ci siamo fatti portavoce, altresì, dell’iniziativa di alcune strutture ricettive di Ibla oltre che di alcuni ristoranti e di alcune botteghe sempre del quartiere barocco. Il motivo? Riteniamo sia opportuno che si faccia avanti un concetto. E cioè che non ha senso la concorrenza tra strutture ricettive di una stessa città o di una stessa area territoriale. Piuttosto dobbiamo remare tutti verso la stessa direzione”. Un’esperienza pilota, dunque, che potrebbe aprire le porte ad altre iniziative del genere.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X