Bilancio in bilico ad Acate «Ma non ci sarà dissesto»

La posizione assunta sull'IMU dalla maggioranza dei consiglieri comunali ha aperto in città un ampio dibattito. Ad intervenire sono sette consiglieri di opposizione

ACATE. Bilancio ancora sotto i riflettori ad Acate. La posizione assunta sull'IMU dalla maggioranza dei consiglieri comunali ha aperto in città un ampio dibattito. Ad intervenire sono sette consiglieri di opposizione (Eliseo Campagnolo, Giovanni Campagnolo, Fabrizio Cutello, Luigi Denaro, Giuseppe Di Natale, Carmelo Di Martino e Giuseppe Monello) che precisano alcuni aspetti. Il primo riguarda il recupero di 356mila euro grazie all'Imu derivante dai terreni su cui insistono impianti fotovoltaici di grossa taglia. Somma, a loro giudizio, dimenticata dall'Amministrazione comunale. Inoltre, rivendicano la rimodulazione al ribasso di tutte le tariffe Imu in totale difformità con quelle proposte dalla Giunta. I sette consiglieri rincarano la dose, ricordando che l'Amministrazione e il sindaco non godono più della maggioranza in Consiglio: solo 3 consiglieri su 15, infatti, si sono presentati all'ultima seduta quando bisognava approvare il bilancio insieme alle tariffe Imu. «Ma, concludono i sette dell'opposizione, non c'è alcun rischio dissesto per la città di Acate perché il disavanzo di 525mila euro affermato dall'ufficio affari finanziari rappresenta il 5% del bilancio complessivo, mentre per il dissesto occorre che sia pari al 10%. E adesso dovrà essere rifatto il bilancio e sottoposto al Consiglio Comunale, in quanto dalla giunta non è stato portato "mai" in aula». SA.VA.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X