Vittoria, videocontrolli nel mercato ortofrutticolo

Diciotto impianti monitor sono stati montati nei giorni scorsi, altri 7 erano già stati collocati in precedenza. Nuovi lavori
Ragusa, Archivio

VITTORIA. Venticinque telecamere nel mercato ortofrutticolo di contrada Fanello. L'intero perimetro del mercato ortofrutticolo viene coperto dalle telecamere e viene garantita così una maggiore sicurezza sia nelle zone di accesso, sia nelle strade che attraversano l'intera area mercatale. Diciotto telecamere sono state installate di recente, sette erano già state installate in precedenza. «Con le nuove telecamere - spiega il sindaco, Giuseppe Nicosia - abbiamo coperto l'intero perimetro e l'intera area del mercato. Questo servizio che, assieme alla vigilanza armata notturna, è indispensabile per la sicurezza della struttura, in modo da ridurre il rischio di furti e atti vandalici».

Da settembre ad oggi, la società "Vittoria Mercati srl" (che gestisce, sia pure in maniera parziale, la struttura), ha già realizzato numerosi interventi: è stata rifatta la guaina dei tetti di quindici box (dal numero 59 al numero 74), si interverrà anche sugli altri, laddove fosse necessario. Si sta avviando l'asfalto di nuova parte delle strade interne (circa il 60 per cento) e poi sarà sistemata la segnaletica orizzontale. Si realizzeranno dei mini box da utilizzare come deposito per gli imballaggi vuoti.

In una prima fase ne sono previsti 40, di 72 metri quadri. I concessionari che li vorranno potranno utilizzarli, pagando un affitto. Saranno realizzati in struttura leggera, ma con una recinzione in grado da impedire il facile accesso di malintenzionati. In una fase successiva, se ne potrebbero realizzare altri. La società "Vittoria mercati" (con il suo presidente Filippo Tuttobene che si è dimesso perché non ha ricevuto l'autorizzazione dell'Asp) ed il direttore Giuseppe Sulsenti, ha già assunto la gestione degli ingressi al mercato (ed incassa il pagamento dei relativi oneri).

È stata avviata anche la raccolta differenziata, con la distribuzione di appositi bidoni e sacchi e con gli scarrabili dove i concessionari e gli operatori del mercato possono conferire i materiali differenziati. «Dopo 26 anni, qualcosa si muove al mercato ortofrutticolo - commenta il presidente dell'associazione concessionari, Filippo Giombarresi - dal 1986, anno in cui il mercato è stato inaugurato, non era stato fatto nessun intervento. Accade oggi, per la prima volta. E noi guardiamo con fiducia a tutto questo».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X