Comiso, una donna perseguita un uomo: denunciata

Una relazione durata alcuni mesi e poi finita: era stato l’uomo ad interrompere il rapporto. Ma la sua compagna non si era rassegnata: centinaia le telefonate in tutte le ore del giorno e della notte e, per cercare di rimediare, l’uomo aveva cambiato sia il numero di casa che del cellulare

RAGUSA. Non sempre la vittima è la donna. Lo stalking, nel 99 per cento dei casi, vede un uomo nel ruolo di “importuno disturbatore” della quiete e della serenità della donna. Ma può accadere anche il contrario. Ed è quanto si è verificato a Comiso dove un uomo di 40 anni è vittima delle “attenzioni morbose” di una coetanea, con la quale, in passato, aveva avuto una relazione. Una relazione durata alcuni mesi e poi finita: era stato l’uomo ad interrompere il rapporto. Ma la sua compagna non si era rassegnata: centinaia le telefonate in tutte le ore del giorno e della notte e, per cercare di rimediare, l’uomo aveva cambiato sia il numero di casa che del cellulare. Ma la donna continuava ad attenderlo sotto casa o nei pressi del luogo di lavoro e spesso anche i colleghi gli davano una mano per cercare di allontanare la donna. L’uomo cercava di evitare di uscire per non incontrare la stalker. Alla fine ha raccontato l’accaduto al commissariato. I testimoni hanno confermato il racconto dell’uomo. La donna, raggiunta dagli agenti, non ha negato: ha riferito, senza troppi problemi, di essere ancora innamorata dell’uomo. Ma questo non le ha evitato la denuncia a piede libero.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X