Imu, ad Acate via libera alle tariffe ribassate

Secondo il sindaco Caruso la Giunta avrebbe avanzato la proposta più equilibrata possibile, compatibilmente con le condizioni finanziarie in cui versa la città a causa della mancanza e riduzione dei trasferimenti

ACATE. Consiglio comunale lunedì sera. La seduta si è svolta per l'ultima volta presso il collegio dei Principi di Biscari. In apertura dei lavori, infatti, il presidente Giuseppe Di Natale ha comunicato che la Civica assise tornerà a riunirsi presso la sua sede naturale, il Castello dei Principi di Biscari. Subito dopo questa comunicazione, il consigliere Luigi Denaro ha letto una dettagliata relazione nella quale sostanzialmente, con varie motivazioni venivano eccepite le aliquote IMU proposte nella delibera 149 del 18/10/2012 ed è stato riproposto quanto già a suo tempo deliberato nella seduta dell'8 ottobre dal Consiglio, ovvero delle tariffe ribassate rispetto a quelle proposte dall'Amministrazione. Secondo il sindaco Caruso la Giunta avrebbe avanzato la proposta più equilibrata possibile, compatibilmente con le condizioni finanziarie in cui versa la città a causa della mancanza e riduzione dei trasferimenti. Nella votazione è stata approvata la relazione esposta dal consigliere Denaro, riconfermando le aliquote indicate dal Consesso nella seduta dell'8 ottobre, che diventano in questo modo definitive. Il terzo punto ha riguardato la delibera proposta dal Consiglio Comunale del Comune di Licodia Eubea riguardante la tematica degli agricoltori che sono soggetti a furti di uva da tavola. Il documento prevede di portare avanti un'iniziativa congiunta per chiedere maggiori controlli nel territorio a tutela dei produttori. La stessa è stata approvata all'unanimità.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X