Mini stangata in arrivo: proposto l’aumento Imu

Ecco la proposta per il consiglio comunale: lasciare l'aliquota Imu per la prima casa allo 0,4 e portare l'aliquota per altri fabbricati ed aree fabbricabili allo 0,96 rispetto allo 0,76 originariamente previsto
Ragusa, Archivio

RAGUSA. Arriva l'aumento dell'Imu ed arriva, per «par condicio» il giorno dello spoglio elettorale. Passate le elezioni, con buona pace di tutti, con atto di proposta del dirigente del settore finanziario, Cettina Pagoto e provvedimento del commissario straordinario del Comune, Margherita Rizza, entrambi con data 29 ottobre, ecco la proposta per il consiglio comunale: lasciare l'aliquota Imu per la prima casa allo 0,4 e portare l'aliquota per altri fabbricati ed aree fabbricabili allo 0,96 rispetto allo 0,76 originariamente previsto. Una modifica correttiva e retroattiva, ovvero valida dall'1 gennaio 2012 che permetterebbe di mantenere il patto di stabilità senza cadere nell'emergenza e nelle sanzioni: ovvero taglio dei trasferimenti erariali, il limite agli impegni per le spese correnti entro l'importo medio dell'ultimo triennio; il divieto ad incorrere nell'indebitamento per finanziare investimenti; il divieto di assumere personale a qualsiasi titolo e con qualunque tipo di contratto e la riduzione dell'indennità di funzione e dei gettoni di presenza del 30 per cento rispetto al 30 giugno 2012. Il patto di stabilità si potrebbe mantenere comunque - lascia intendere dalla sua relazione il dirigente - ed alcune manovre correttive sono già stata effettuate: la riduzione della spesa del personale da 25 a 23,9 milioni di euro dal 2011 al 2012; l'azzeramento delle consulenze, i crediti tributari in compensazione dei debiti tributari; l'Irap commerciale e allo studio ci sarebbe l'estinzione anticipata dei mutui assunti nel 1999 e nel 2000 per alleggerire la spesa.

GIA. D.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook