Modica, "interruzione del servizio di raccolta dei rifiuti": indagati 76 netturbini

La Procura ha notificato gli avvisi di conclusione delle indagini. Era stato proprio il titolare dell'impresa, Giorgio Puccia, a presentare querela il 27 giugno scorso nei confronti dei propri dipendenti che per tre giorni consecutivi scioperarono per la mancata corresponsione degli stipendi
Ragusa, Archivio

RAGUSA. Rischiano il rinvio a giudizio per l'accusa di interruzione di pubblico servizio 76 operatori ecologici di Modica (Ragusa) indagati dalla Procura della Repubblica e alle dipendenze della ditta Puccia che si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti nella città iblea. La Procura ha notificato gli avvisi di conclusione delle indagini. Era stato proprio il titolare dell'impresa, Giorgio Puccia, a presentare querela il 27 giugno scorso nei confronti dei propri dipendenti che per tre giorni consecutivi scioperarono per la mancata corresponsione degli stipendi e lasciando la città sporca e i cassonetti traboccanti di rifiuti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X