Manifesti elettorali abusivi, migliaia di violazioni

Linea dura della Prefettura. Già 200 casi a Ragusa, 216 a Vittoria e 228 a Modica. Sono in corso di notifica anche atti di diffida
Ragusa, Cronaca

RAGUSA. Linea dura della Prefettura contro l’affissione selvaggia di manifesti elettorali. Sono state già accertate a carico dei candidati/committenti, migliaia di violazioni di cui circa 200 a Ragusa, 216 a Vittoria e 228 a Modica.


Sono in corso di notifica anche atti di diffida volti a rimuovere qualsiasi tipologia di affissione non consentita, comprese quelle che si trovano posizionate all’esterno delle sedi dei partiti e dei comitati elettorali e già ieri le forze dell’ordine hanno provveduto a fare rimuovere molti dei manifesti non consentiti a sostegno dei vari candidati. Nelle sedi di partito è regolamentare solo la presenza del simbolo.



I dati sono emersi nel corso della riunione indetta dal prefetto, Giovanna Cagliostro, alla presenza di sindaci, segretari generali dei Comuni della provincia, comandanti della polizia municipale, rappresentanti delle formazioni politiche e dei candidati, e delle forze dell’ordine. Riunione indetta per ribadire le disposizioni di legge che regolamentano il procedimento della propaganda elettorale, e fare il punto della situazione a seguito delle numerose segnalazioni in merito all’affissione dei manifesti di propaganda elettorale. Nell’occasione è stata richiamata ulteriormente l’attenzione dei rappresentanti degli enti locali al fine di vigilare sulla immediata defissione dei manifesti affissi al di fuori degli spazi consentiti e sulla rimozione di ogni altra affissione abusiva. Sono state inoltre nuovamente rammentate le sanzioni amministrative connesse ai comportamenti illeciti nonché le conseguenti sanzioni penali nelle ipotesi accertate di inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità.

S.M.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X