Precari pubblici, dopo il ricorso a Comiso scoppia la polemica

COMISO. Ha vissuto la vicenda dei precari da amministratore, come assessore al Personale guidò tutte le procedure di stabilizzazione. Oggi, di fronte al ricorso presentato da 39 dipendenti con contratto a tempo determinato, che chiedono di firmare il contratto definitivo dall'1 gennaio 2013, Giancarlo Cugnata, oggi candidato all'Rs per Grande Sud, dice la sua: «L'amministrazione di sinistra ha causato un danno enorme stipulando centinaia di contratti che hanno affossato l'ente per poi dimenticarsene. L'iter per la stabilizzazione, che ho avviato, ha fatto risparmiare all'ente oltre un milione di euro e lo si evince anche dalla relazione fatta nel 2010 dalla Ragioneria dello Stato. Tre anni fa siamo riusciti a dare la tranquillità di un posto di lavoro a tempo indeterminato a centinaia di persone e ad altre 50 la garanzia che quel posto sarebbe arrivato dopo 3 anni. L'amministrazione ha gettato le basi giuste per la stabilizzazione. Per questo, invito il sindaco Alfano a essere alleato di questi lavoratori, che meritano di essere stabilizzati».
Il Pd di Comiso, invece, è molto critico nei confronti del sindaco e della giunta: «Nel 2009 - afferma il segretario Gigi Bellassai - venne avviato un indecente di procedura di stabilizzazione, fatta in pochi giorni, su cui si sono accesi i riflettori della Procura della Repubblica. Alcuni dipendenti hanno presentato delle denunce. Nel contratto di pre-stabilizzazione, che l'amministrazione ha fatto sottoscrivere a questi 48 lavoratori, era scritto che su tutta la procedura si sarebbe atteso un parere della Corte dei Conti, che, ovviamente, non c'è mai stato. La relazione e la pianta organica trasmessa dal comune al ministero dell'Interno includeva una pianta organica con lavoratori a tempo determinato. Una cosa assurda, che il Viminale ha fatto rilevare con la lettera inviata il 25 luglio. La verità è che il comune, cosciente di avere avviato una procedura viziata, oggi non vuole assumersi la responsabilità di far sottoscrivere il contratto a questi lavoratori e 39 tra loro hanno fatto ricorso. Probabilmente, questi contratti verranno sottoscritti dopo il pronunciamento del Tar e del giudice del lavoro». 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook