“Los Angeles Music Award”: nomination per la pianista Torre

Cinque giorni da diva per la vittoriese Giuseppina Torre che si è aggiudicata ben due nomination ai "Los Angeles Music Awards". Il 15 novembre sarà a Hollywood per la serata di premiazione dei vincitori
Ragusa, Archivio

VITTORIA. C’è pure un’italiana fra gli artisti che quest’anno hanno ricevuto le nomination ai “Los Angeles Music Awards”. Giuseppina Torre, pianista, compositrice originaria di Vittoria (RG), è stata fra i prescelti per  partecipare all’importante evento californiano. La presentazione ufficiale delle nomination è avvenuta nei giorni scorsi a Los Angeles.

Durante la serata, la pianista vittoriese (che concorre con due nomination), ha presentato il video ufficiale del brano "The hush of stars", girato a Vittoria, in particolare al Teatro Comunale e a Palazzo Iacono, e la cui produzione è stata curata dall’Associazione Culturale “Uno, nessuno, 100mila”. I premi "Los Angeles Music Awards" (LAMA) sono stati fondati nel 1991 per onorare gli astri nascenti della musica indipendente e dare loro le basi per muoversi verso il  successo commerciale, insomma un "bene prezioso" che mira a promuovere le carriere professionali di musicisti ed artisti.
Trenta sono le categorie musicali per le quali sono previsti 5 candidati. Giuseppina Torre, compositrice di pezzi dalla musicalità affascinante di stile new age, concorre per le categorie Instrumental Artist of the Year ed International Artist of the Year rappresentando l'Italia.

"E' un'enorme soddisfazione essere tra i cinque candidati in due categorie di nomination – spiega Giuseppina Torre - poiché coronano anni e anni di sacrifici. Mi inorgoglisce anche il fatto che la mia musica venga apprezzata a livello internazionale. Tutto ciò però non lo considero un traguardo ma un nuovo punto di partenza verso nuovi orizzonti".

Ma cosa serve oggi per emergere? "Talento, impegno e passione sono fondamentali per emergere ma non bastano. Bisogna innanzitutto credere nelle proprie capacità ed essere abbastanza determinati nel volere raggiungere i propri obiettivi senza mai scoraggiarsi alle prime difficoltà e fare tesoro di tutte le esperienze che la vita ci offre perché saranno importanti per la nostra crescita personale e professionale".

L’accoglienza ricevuta a Los Angeles è stata strepitosa, oltre ogni aspettativa. La sua musica, già conosciuta, è molto apprezzata dalla critica ma non solo, anche da un pubblico di appassionati del genere che non hanno mancato di complimentarsi con l'artista siciliana per il suo glamour e la simpatia che traspare dalla sua personalità. Numerose le interviste, centinaia le foto fatte: la Torre è stata al centro dell’attenzione mediatica americana per diversi giorni, uno di questi dedicato all’incontro con il Console italiano Giuseppe Perrone presso l'Istituto di cultura italiana sempre di Los Angeles.
Ora un po’ di pausa e poi per la compositrice vittoriese un nuovo volo, questa volta per la serata finale, prevista per il 15 novembre, a Hollywood.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X