Attacchino in coma a Ragusa, la polizia arresta l’aggressore

Ai domiciliari Amedeo Scatà, 25 anni: il 5 ottobre scorso al culmine di una lite ha colpito con un pugno il collega Angelo Pulino, 47 anni, sostenitore di Idv che stava per affiggere un manifesto elettorale
Ragusa, Archivio

RAGUSA. Amedeo Scatà, 25 anni, l'attacchino che il 5 ottobre scorso al culmine di una lite per futili motivi ha colpito con un pugno un suo collega, Angelo Pulino, 47 anni, sostenitore dell'Idv che stava per affiggere un manifesto elettorale a Ragusa, è stato arrestato da agenti delle squadre mobile e volanti della Questura iblea per lesioni gravissime.     
La vittima dell'aggressione, che ha battuto la testa a terra cadendo e entrando in coma, è ancora ricoverata con la prognosi riservata nel reparto di rianimazione dell'ospedale Garibaldi di Catania    Nei confronti dell'indagato il Gip di Ragusa, Giovanni Giampiccolo, su richiesta del procuratore capo Carmelo Petralia e del sostituto Monica Monego, ha emesso un'ordine di custodia cautelare, disponendo gli arresti domiciliari.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X