Allarme da contrada Bruscè: “Zona dimenticata da tutti”

La protesta nella zona residenziale. Il presidente della 5° commissione consiliare Giovanni Di Mauro: “Rifiuti e illiminazione carente”
Ragusa, Archivio

RAGUSA. Da alcuni mesi nella zona residenziale di contrada Bruscè che doveva essere il quartiere modello della città, cresciuta verso Ovest, area approssimativamente circoscritta da via Fieramosca ad Ovest e via Cartia ad Est, regna sovrana l’incuria e in alcuni punti anche il pericolo, il quartiere può ancora oggi definirsi residenziale solo perchè le tante case sono ottimamente manutentate dai residenti. A segnarlo è il presidente della 5° commissione consiliare Giovanni Di Mauro.
«La via Australia - afferma Di Mauro -, la vera arteria del quartiere, è illuminata solo in parte: dall’incrocio con la via Paolo Stoppa non esiste la pubblica illuminazione; infatti alcuni dei tanti pali caduti per l’abbandono in cui versavano sono stati rimossi da ditte incaricate, ma mai sostituiti. Proprio all’incrocio tra le già citate strade si è nei mesi scorsi accumulata una vera e propria discarica, che ha inevitabilmente richiamato un branco di randagi, i quali oltre a stazionare costantemente in loco, spargono la spazzatura, divenuta loro sostentamento, e costituiscono, ovviamente, pericolo per i cittadini».
S.M.
Un servizio nell'edizione di Ragusa del Giornale di Sicilia in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook