Ragusa, abusi edilizi sulla spiaggia di Montalbano: indagini

Il procuratore di Ragusa, Carmelo Petralia, ha delegato i carabinieri a svolgere una indagine nel litorale di Punta Secca (frazione marinara di Santa Croce Camerina), resa celebre dalla fiction televisiva

RAGUSA. Il procuratore di Ragusa, Carmelo Petralia, ha delegato i carabinieri a svolgere una indagine nel litorale di Punta Secca (frazione marinara di Santa Croce Camerina), resa celebre dalla fiction televisiva per la location della casa del 'Commissario Montalbanò, per verificare presunti illeciti amministrativi e abusi edilizi, nonchè individuare i responsabili per la mancata fruibilità del demanio e l'inquinamento marino.

 «Metteremo ai raggi X tre chilometri e mezzo di costa con l'ausilio di 15 militari delle unità territoriali, del servizio navale, delle squadre d'investigazione scientifica e con l'apporto di un elicottero per realizzare i rilievi aerofotogrammetrici in modo da appurare gli eventuali responsabili di abusi edilizi e di occupazione indebita del demanio», dice il comandante provinciale dei carabinieri di Ragusa, Salvo Gagliano.

 Una vera e propria 'task forcè per un'indagine a tappeto su un litorale 'baciatò dalla popolarità della fiction televisiva che ha avuto un ritorno di immagine e di presenze turistiche
consistenti ma che, troppo spesso, è stato dimenticato e lasciato all'abbandono senza il più elementare rispetto delle regole. I principali filoni d'inchiesta riguardano la cementificazione selvaggia del litorale e gli accessi negati al mare per la presenza di cancelli abusivi che trasformano strade pubbliche in private.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X